post

Dj Hermann e il successo di Englishman In New York

Per riuscire a destreggiarsi nel mondo della musica ci vuole un’abilità non indifferente.

Sono tanti i settori nei quali è possibile perdersi, e soprattutto la concorrenza è spietata.

In una realtà dove tutti vogliono fare della propria passione un lavoro, nessuno ha intenzione di cedere all’altro il posto per un momento di gloria.

Tuttavia, se si riescono a comprendere alcuni elementi, è possibile che la via per il successo si faccia meno tortuosa.

Nessuno ha tra le mani il segreto della vittoria, ma sicuramente esistono modi per riuscire a incanalare le proprie qualità, aumentando le probabilità.

Perché è vero che il talento è fondamentale, ma il talento senza costanza, dedizione e fatica, rimarrà facilmente nascosto nell’anonimato.

E’ necessario inoltre capire in quale settore si è più propensi a lavorare, e quale riesce a esaltare le proprie qualità.

Un buon consiglio è sicuramente quello di prendere ad esempio chi già è riuscito ad arrivare in cima.

Dj Hermann – il talento si muove a ritmo della musica dance

Il mondo della musica è sicuramente ricco di esempi di successo, in ogni settore e dalle storie più disparate.

Se si cerca nel panorama italiano della musica dance e pop dance, sicuramente incontriamo il nome di Dj Hermann.

Artista poliedrico di origini napoletane, è riuscito con il suo particolare talento a catturare l’attenzione di una grande fetta di pubblico.

Musicista, compositore e dj, ha fatto della sua passione per la musica una vera ragione di vita, riuscendo ad ottenere quel successo incredibile che in tanti agognano.

Frequentatore assiduo dei più importanti Dj Set, il suo sound conquista immediatamente il pubblico, tanto che lo ha portato a concludere diverse collaborazioni internazionali.

Inoltre ha all’attivo un invidiabile repertorio di inediti, che hanno scosso le piste da ballo per diverso tempo: “Frozen” e “Easy Lady“ sono solo alcuni dei suoi titoli, fino ad arrivare al più recente “Oh Na Na Na”.

Oggi Dj Hermann torna al successo con una nuova composizione, che questa volta si affaccia nel mondo del remix.

Dj Hermann

Englishman In New York – una cover esplosiva

Englishman In New York è un brano estratto dal secondo album da solista di Sting, …Nothing Like The Sun, e oggi Dj Hermann ce lo ripropone nella sua personalissima versione.

Il musicista ha prodotto una rivisitazione della famosa canzone, omaggiandola con un remix profondamente rispettoso, ma che porta la sua impronta inconfondibile.

La delicatezza e la consapevolezza con la quale è intervenuto su una musica così importante denota sicuramente una maestria degna di nota, ed un intuito fuori dal comune.

Il ritmo ballabile ed il sound fresco e accattivante, ne fanno risultare un mix esplosivo che non potrà far altro che conquistare l’ascoltatore.

Sarà facile perdersi tra le note di questa rivisitazione moderna, ed indubbiamente le discoteche saranno presto invase dalla sua ipnotica melodia.

Dj Hermann insomma è riuscito in un compito piuttosto complicato: portare rispetto ad un tassello importante della musica moderna, riuscendo a conferirgli una nuova nota di modernità.

Non ci resta quindi che attenderlo quando arriverà ad infiammare le piste da ballo di tutto il paese.

 

Fonte foto: Earone.it, Facebook: Dj Hermann

 

 

 

post

Elvis Presley: nuovo film in arrivo. Ad interpretarlo sarà Austin Butler

Erano cinque i papabili candidati per rappresentare Elvis Presley nel nuovo film biografico. Alla fine però, l’attore protagonista sarà Austin Butler, conosciuto soprattutto per aver lavorato in diverse serie tv di successo, come The Carrie Diaries e Arrow. L’attore di 27 anni apparirà sul grande schermo anche nel film C’era una volta a… Hollywood, che è stato diretto da Tarantino e uscirà a settembre.

Il film su il Re del Rock sarà diretto da Baz Luhrmann, il quale è stato proprio lui a scegliere Butler per interpretare la figura del mitico The King. Luhrmann ha preso quest’attore perché ha saputo rievocare il movimento naturale della star e le sue doti canore. Questo non è il primo film del regista australiano, ma aveva già diretto The Great Gatsby. Il giovane attore avrà l’opportunità, nel film di Presley, di lavorare con i grandi nomi di Hollywood, come Tom Hanks, che era già stato scelto per interpretare la parte del Colonnello Tom Parker, il celebre manager del cantante. La sceneggiatura del film, oltre ad essere scritta dal regista premio Oscar, verrà redatta anche in collaborazione con Craig Pearce.

Il biopic esplorerà la vita e la musica di Presley e racconterà la storia del cantante partendo dagli esordi fino alla fama mondiale. Il film si concentrerà anche sullla storia che Elvis ha avuto, per più di 20 anni, con Parker. Il film non sarà solo focalizzato sulla vita del cantante ma avrà come sfondo il panorama culturale del tempo e la perdita di innocenza in America.

Foto: Cinema; Metro

post

Tiziano Ferro a nozze: si è sposato con Victor Allen!

Il matrimonio era già avvenuto il 25 giugno a Los Angeles, dove il cantante ormai risiede da tempo, ma l’unione è stata ufficializzata anche in Italia due giorni fa.  Tiziano Ferro, infatti, ha deciso di sposarsi con Victor Allen, un uomo di 54 anni, originario appunto di Los Angeles, dove i due erano gia fidanzati da 3 anni.

La cerimonia si è tenuta, con rito civile, il 13 luglio 2019, poco prima del tramonto, presso la casa di Ferro a Sabaudia. Alla cerimonia erano presenti ovviamente solo parenti e amici. I due sposi erano vestiti uno in grigio e l’altro in blu e si sono scambianti gli anelli con sopra le date dei due matrimoni. Anche se la coppia non ha voluto regali, quelli che sono stati ricevuti durante la celebrazione in America sono stati donati ad un centro di salvataggio per cani, mentre ad un reparto oncologico dell’ospedale di Latina (città natale del cantautore) sono stati inviati i doni ricevuti in Italia.

Il cantante e produttore discografico ha rivelato in un’intervista a Vanity Fair che Victor è diventato un membro della sua famiglia. Secondo le parole di Tiziano, il matrimonio deve essere stato un evento pieno di emozioni e di passione. Lo stesso alla fine della celebrazione ha voluto ringraziare i genitori per essergli stati vicini e per averlo sostenuto in questo momento così importante. Su Instagram, ha poi pubblicato una foto con una didascalia: “La vita e le sue imprevedibili e meravigliose svolte. Non vedo l’ora di raccontarvi questa ennesima storia di gioia e celebrazione dell’amore“.

Foto: Open; Leggo

post

Beyoncé: nuovo singolo interpretato per Il Re Leone

È intitolato Spirit il nuovo brano della famosissima cantante americana Beyoncé, che uscirà tra poco in concomitanza dell’uscita nelle sale del remake de Il Re Leone. La Disney ha, infatti, deciso che questa nuova canzone farà parte della colonna sonora di The Lion King. La cantante, d’altronde, oltre ad aver scritto questo brano, nel film avrà anche un altro ruolo: presterà la voce a Nala, la leonessa compagna di Simba, che sarà invece doppiato da Donald Glover.

Questa canzone sarà inclusa anche nel nuovo album della cantante, vincitrice di numerosi Grammy. Questo nuovo album uscirà il 19 luglio e sarà appunto intitolato The Lion King: The Gift. Quest’ultimo raccoglie canzoni diverse da quelle che fanno parte del genere della cantante statunitense. La stessa afferma che si tratta di musiche ricche di suoni d’Africa che raccolgono vari generi: l’R&B, il pop, l’Hip Hop e la beats africana.

Oltre a Spirit, nella colonna sonora del film saranno presenti anche nuove canzoni scritte da Elton John e Tim Rice. Naturalmente, la maggior parte delle canzoni del film originale del 1994 non potranno mancare anche in questo remake. “Il tuo destino sta arrivando. Alzati e combatti”, queste sono le parole cantate da Beyoncé nel brano del film. La canzone, infatti, è stata scritta, come si evince dal testo, per raccontare l’arrivo di un futuro re e parla di resilienza e di coraggio. Questo, come ogni altro brano del film, è stato creato per accompagnare lo spettatore nella narrazione, dandogli la possibilità di perdersi nell’immaginazione.

Foto:  Cnet

 

 

 

 

post

Ed Sheeran: a Milano una stanza tutta dedicata a lui

Tutti i fan del cantante pop inglese lo aspettavano da tempo. Una “experience room”, così l’hanno definita la Ed Quarter, una stanza interattiva che si trasformerà in un luogo di ritrovo per i fan più sfegatati, in attesa della pubblicazione del suo nuovo album NO.6 COLLABORATIONS PROJECT.

L’uscita del nuovo album è prevista per il 12 luglio. Intanto la Mondadori di Milano ha pensato bene di riempire Piazza Duomo di giochi, esperienze musicali e negozi dedicati al cantautore britannico. I fan potranno partecipare all’appuntamento a partire dalla mezzanotte dell’11 luglio, quando questi potranno da subito acquistare in nuovo album. Il tutto proseguirà fino alla domenica, 14 luglio.

Protagonista dell’Ed Quarter sarà la musica

Oltre ad ascolare le nuove canzoni di Ed Sheeran, i fan avranno modo di scattare foto entrando nel video di “I Don’t Care” attraverso photo booth speciali e ci sarà la possibilità di avere merchandising ufficiali ed esclusivi solo per questo punto di vendita. Infine sarà possibile anche lasciare una dedica ad Ed. Ma comunque la vera protagonista di questa occasione sarà la musica: la Warner Music, infatti, darà la possibilità di esibirsi ai nuovi cantanti emergenti, ovviamente potranno rigorosamente cantare solo i brani di Ed Sheeran.

Oltre a tutto ciò, sarà messo a disposizione di tutti anche un karaoke così che tutti potranno divertirsi cantando le canzoni più famose di Ed insieme ai propri amici. Inoltre verrà fatta anche una selezione e i più fortunati, i veri amanti della musica di Sheeran, potrebbero diventare i protagonisti della Ed experience .

 

Foto: Canale105; Top Girl

post

Il brano di Mahmood “Soldi” sfonda le classifiche

La canzone di Mahmood, dopo aver fatto vincere al cantante il Festival di Sanremo e dopo aver fatto conquistare il secondo posto all’Italia al podio dell’Eurovision Song Contest, ha battuto ogni record. Il suo successo da quando esiste lo streaming non si è mai fermato, tant’è che è risuscito a raggiungere le 100 milioni di visualizzazioni su YouTube. Addirittura, il brano “Soldi” è il primo nella classifica Global di Spotify ed è diventata la canzone italiana più ascoltata nell’era dello streaming.

Un vero e proprio orgoglio italiano e una reale soddisfazione per il cantante di 26 anni cresciuto nella periferia di Milano. Il suo, infatti, è disco di Platino nel nostro territorio e, grazie ai suoi concerti sold-out, è diventato disco d’oro in Spagna.

Il successo della canzone

Ma il clamore di questa canzone non si sente solo in Europa. Dopo la competizione tenutasi a Tel Aviv, gli israeliani vanno matti per Mahmood e specialmente per questa canzone. La canzone è in testa alla classifica di Galgalatz ( al radio dell’esercito israeliano) per la quarta volta. D’altronde la si ascolta ovunque alla radio, su Internet e anche nei negozi.

Cos’è che le ha fatto si che ricevesse così tanto successo? Beh, sicuramente il fatto che, a differenze della maggior parte delle canzoni moderne, parli di temi vicini agli ascoltatori, i quali si possono facilmente immedesimare nel cantante. Nella canzone Mahmood canta una frase in arabo che sta a significare figlio mio, amore, vieni qua. Soldi è dedicata al padre che ha lasciato lui e la sua famiglia quando il cantante aveva solo 6 anni.

 

Foto:  SportFair; Corriere

 

post

“Brothers”: il nuovo singolo di Kanye West

Kanye West è stata una figura di divisione ultimamente, specialmente per via delle sue idee politiche, ma è anche un musicista di notevole fama. E ogni tanto, usce con una nuova canzone, come Brothers, che è la sua pubblicazione più apprezzata del 2019; ancora però il suo ultimo album Yandhi non è ancora presentato

Una parte del brano è stata mandata in onda durante il primo episodio della seconda stagione della serie televisiva Tales, prodotta da Irv Gotti. Lo stesso ha poi postato l’audio intero della canzone sul suo profilo Instagram. Brothers è stato tagliato dal network sul quale è messa in onda la serie, ma, come afferma Gotti, il pubblico doveva avere la possibilità di sentirlo comunque.

Il brano è stato scritto in collaborazione con Charlie Wilson, ma non è chiaro chi sia il soggetto di cui Kanye sta parlando nella canzone. CI sono molte speculazioni, però, e alcuni pensano possa essere Jay Z o Virgil.

 

Cos’è Brothers

La versione di Brothers, che è appena uscita, è lunga circa un minuto e mezzo. Questo brano è un lento ispirato al gospel. I temi trattati vanno dalla gioventù, agli errori fatti durante la vita e c’è inoltre una lunga riflessione sul bisogno di farsi perdonare. Il ritornello è la parte in cui le voci dei due cantanti, West e Wilson, si uniscono.

La canzone, a prima vista, sembra riguardare il recente avversario Jay-Z, che è anche il soggetto del brano di West’s Graduation Big Brother. Ma alcune delle linee indicano un’amicizia d’infanzia più grande, sarà questà forse una metafora?

Foto: Dlso; HotNewHipHop

 

post

L’ultima di Morgan: «Non rompiamo i coglioni a Salvini!»

Potrebbe sembrare il nome di un suo singolo: dopo aver scritto Un giudice, Il mio mondo o La sera, “Non rompiamogli i coglioni” non suonerebbe male come nome titolo della sua prossima canzone. Purtroppo però, quella di Morgan, è la sua opinione in merito alla vicenda della Sea Watch. In una sua recente intervista all’Adnkronos ha suggerito di lasciare in pace il Ministro dell’Interno Salvini, nonché Vicepresidente del Consiglio, in quanto è stato votato dal popolo e quindi merita di proseguire il suo mandato senza andare in contro ad ostacoli.

L’intervista sul caso Sea Watch

A differenza di altri cantanti importanti, come Emma e J-Ax, i quali si sono schierati nettamente dalla parte opposta rispetto a quella di Salvini, il cantautore, invece, ha deciso di condividere la logica governativa del Ministro. Infatti, riguardo alla decisione del Gip di Agrigento, che ha stabilito il rilascio della comandante della nave Sea Watch 3, l’ex giudice di X Factor e di The Voice ha smesso di giudicare i cantanti e così ha deciso di dire la sua sull’operato degli altri.

Secondo Morgan dunque,  «Salvini in questo momento ha un compito molto gravoso. Le cose non nascono dal nulla: ci sono organizzazioni umanitarie, sociali e politiche che organizzano delle navi che vanno a raccogliere in mezzo al mare persone su delle barchette. Perché tutti i governi europei non parlano con queste organizzazioni umanitarie?»

Aggiunge poi che «un governo eredita una situazione, magari ha tante buone idee ma non è facile metterle in pratica, per cui non rompiamo i coglioni a Salvini, lasciamolo lavorare».  Questo sembrerebbe un modo per “riappacificarsi” con il Ministro. Poco tempo fa infatti, è scoppiata una piccola polemica tra il cantante e Salvini. Morgan, in un intervista al Corriere, aveva criticato l’esaltazione del vicepremier nei confronti di De Andrè, dicendo che dovrebbe approfondire maggiormente sul cantautore italiano. La risposta di Salvini non si è fatta aspettare più di tanto: «Effettivamente mi mancavano le lezioni di vita di Morgan».

L’ex leader dei Bluvertigo non crede, anche se così pare, che la vera intenzione di Salvini fosse quella di arrivare all’arresto della capitana Carola. Secondo Morgan, quindi, non si dovrebbe arrivare alle misure estreme, ma è necessario trovare una soluzione che accontenti tutti. Ciò di cui si dovrebbe realmente occupare un Ministro degli Interni, sempre secondo l’opinione del compositore, non dovrebbero essere delle soluzioni punitive, bensì cose edificanti.

Foto: Silenzi e Falsità; Secolo d’Italia